Oltre all'essere knitter...






... Cosa siamo?

Sono oramai un po' di anni che mi muovo nel web e nel tempo ho allacciato un bel po' di contatti virtuali con appassionate di maglia di tutta Italia.
Il mio profilo Facebook, che tanto difendevo dalle invasioni di sconosciuti, si è animato e ha cominciato a crescere a dismisura, ed io, perdendone il controllo, mi sono limitata ad accettare qualunque richiesta di amicizia con persone che avessero in qualche modo collegamenti con la knit-web-sfera.

Ora, quando apro la mia bacheca, vengo investita da una quantità di notizie e aggiornamenti, la maggior parte proveniente da persone con cui appena, nei migliori casi, mi sono scambiata un "Ciao!"o un "Grazie dell'amicizia!".
Osservare un profilo Facebook di una persona sconosciuta è un po' come spiare il vicino di casa dalla finestra, o leggere i messaggi di un telefonino ritrovato per caso sul ciglio della strada provando ad immaginare i protagonisti degli scambi epistolari, come in un libro, (si, mi è capitato, per la cronaca il telefonino l'ho restituito, il proprietario era un giovanotto intraprendente e, a ritirare l'apparecchio, era passata la solerte e giovane fidanzata -tradita; chissà se ha letto anche lei i messaggi prima di riconsegnare l'apparecchio telefonico smarrito).

Ecco, quando vengo investita da questi frammenti di privacy altrui fatti di foto o status, mi chiedo sempre: ma noi, esercito di donne -e qualche ometto- che affrontiamo la vita armate di ferri e gomitoli, cosa siamo oltre? Cosa siamo anche?

Me lo raccontate?

Comincio io:

un'atleta mediocre e poco fedele, di facili costumi, che ama correre -poco e piano- in solitudine,
camminare- ogni tanto- in mezzo a verde e montagne;

una scialpinista inetta, che si lamenta durante tutta la salita, che cerca di divertirsi in discesa e di solito dimentica di mettere ad asciugare le pelli una volta tornata a casa;

una snowboarder dignitosa che rugna sempre con gli scarponi, una volta sono troppo chiusi e l'latra troppo aperti;

una climber disastrosa, che sceglie solo falesie con un bar a portata di braccio;

una ciclista capricciosa, che ogni tanto lascia la bicicletta in cantina per poi riscoprirla tutta impolverata dopo mesi;

una casalinga creativa e dispersiva;

mi piacciono gli aperitivi intimi con le amiche e le cene a quattr'occhi,

mi piace mangiare un gelato seduta da sola in un tavolino di un bar e spiare gli altri avventori (voi non sapete quante cose si imparano facendosi i fatti altrui al bar, davvero, avete mai provato?);

adoro cenare da sola sul divano con il cartone della pizza sule ginocchia;

odio il Natale, Capodanno, i matrimoni e tutto quello che inizia per pranzo e finisce per domenicale;

adoro gli avvitatori e le sirighe (eh, boh.),

odio lavare le caffettiere,

non rifaccio mai il letto e non stiro per partito preso.

Questa sono, in parte, io senza i ferri in mano.

E voi, oltre la maglia, voi cosa siete?


Se siete arrivate a leggere fino a qua e avete sopportato i miei sproloqui, vi meritate di sapere che a ottobre escono ben due miei modelli su Crowdknitting, quindi preparatevi e se non siete ancora iscritte... fatelo! :)

Leave a Comment

  1. Natascia, mi sa che risponderò sul mio blog, sperando che questa catena diventi virale e renda noi knitter tecnologiche/ci un po' più umane/i!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma davvero! dovremmo fare un tag a tema! :D

      Elimina
    2. è un'idea, io ho usato non solo knitter!

      Elimina
    3. Olè! W il tag #nonsoloknitter! :)

      Elimina
  2. Uhm....mi lascio contagiare pure io e rispondo a mezzo post...non so quando ma lo faccio :D
    PS: ho letto tutto d'un fiato con un sorriso così ^_________________________________________^

    RispondiElimina
  3. Ho letto fino in fondo; cosa mi piace, adesso come adesso, non lo so. Devo fare ordine nella mia vita, appena lo scopro, scriverò un post :) E' un'ottima idea chiedersi cosa siamo oltre ad essere magliaie, anche se per me è un termine troppo pomposo, non sono molto brava ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspetto il post, a me serve per tornare coi piedi per terra e allontanarmi dall'immagine virtuale che non sempre sento mia. Grazie per aver commentato. :)

      Elimina
  4. Non ho un blog ma leggo tutti i vostri! Se lo avessi farei un bel post anche io...invece mi accontento di conoscervi virtualmente, vi ringrazio di farmi spesso ritrovare in quello che scrivete e di ispirarmi.... ed io nella mia testa un post di risposta l'ho anche pensato :-) in breve: una donnina disordinata e dispettosa, che ama avere a portata di mano ciprie e rossetti, ma poi esce spesso molto gipsy, che ama ridere e la compagnia ma spesso si ritrova sola con i suoi pensieri. che ama andare a fare sport e sogna un fisico tiratissimo.... ma poi purtroppo vince la pigrizia, la birra e la buona tavola, Chiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutta colpa della birra! :D
      Felice di essere di ispirazione per qualcuno, quando scrivo penso spesso a me stessa, ma è stimolante sapere che serve anche a chi legge. Insomma, non nascondiamoci dietro un dito, un blog è soprattutto un luogo di autoreferenzialità e promozione, ma se si riesce a farlo in modo utile e divertente... è meglio! ;) Grazie per il commento. :)

      Elimina
  5. Letto ed ha ragione Annalisa! Rispondo anche io via blog questa settimana, hey donne, mi piacete un sacco anche senza ferri in mano! Giusy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Evvai di tag! Adesso sono curiosa di leggere anche il tuo post! :)

      Elimina
  6. Sono oramai una donna ..ma sempre un po' bambina, a volte capricciosa e a volte malinconica, pigra e disordinata.. ma entusiasta della vita, curiosa di tutto ciò che non conosco, ma insicura ..e spesso insoddisfatta di ciò che faccio.. alla continua ricerca della perfezione (che non esiste.. e poi è così noiosa!!) E con tutte queste contraddizioni vivo curando un grande sogno nel cassetto, che comprende l'amore per la maglia, i colori e la condivisione con gli altri ..ma la vita è la strada e non la destinazione, e quindi mi godo il viaggio!
    Colgo l'occasione per ringraziare Natascia e tutti quelli che hanno contribuito ad alimentare questa mia grande passione!! Vi abbraccio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per aver risposto all'appello Stefy, è bello immaginarvi nelle situazioni che descrivete! :)

      Elimina
  7. ho risposto anche io :) Grazie per lo spunto Natascia!! (link al post nel nome)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusy ho visto, sono giorni un po' pieni, verrò a rileggere tutto con calma, per ora GRAZIE!!! :)

      Elimina
  8. Mi piace moltissimo questo post e lo spunto che hai dato ad altre knitters di raccontarsi, oltre ai ferri e ai gomitoli. Io, che sono pessima a scrivere il mio "chi sono", devo esercitarmi a raccontarmi. Grazie!
    Alessia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alessia, che piacere leggerti qua! Aspetto il tuo #nonsoloknitter, o come ha suggerito Bubiknits, il tag potrebbe trasfromarsi in #nonsolocrafter anche nel tuo caso! :)

      Elimina